Recentemente, anche per impulso della proposta di riforma da parte del governo, si è tornati a parlare di terzo settore. La confusione è molta sia nei termini, che nei giudizi.

Volontari

Nei termini perché si oscilla dal volontariato alle imprese sociali, chiamando il tutto genericamente non profit. Molta della confusione è data dall’arretratezza della normativa, che impiega tempi infiniti per seguire l’evolvere dei fenomeni. Gli studi ondeggiano tra lodi e condanne, con tanto di pubblicazioni, commenti e giudizi: il rischio evidente è aggiungere ulteriore confusione per un mondo che – come tutte le cose – ha pregi e difetti.

La grande differenziazione è tra volontariato e “impresa sociale”. Il volontariato – per definizione – è gratuito: può essere applicato per ambiti occasionali che non riguardano la cura delle persone. Di volontariati ne esistono molti: per la politica, per la cultura, per lo ...